giovedì 23 maggio 2013

Anya e il suo fantasma, Vera Brosgol

Bello, affascinante, inaspettato.
Anya e il suo fantasma, Vera Brosgol,
trad. di Caterina Marietti,
Bao Publishing
Anya è il classico esempio di liceale infelice che frequenta una scuola privata che non può permettersi e che odia.
E' infelice perché è russa, ha una sola amica e il ragazzo che le piace sta con la solita miss-perfezione.
Un giorno però cade in un buco. Thud.
E cosa ci trova? Un fantasma, di una ragazza uccisa, tanto tempo fa. Emily.
Per Anya i fantasmi sono una figata. All'inizio.

mercoledì 22 maggio 2013

Roberto Denti

Nei lontani anni '20 sono nati i nostri nonni.
I nostri nonni che sono stati balilla, che sono stati obbligati a vestire di nero (e guai a sgarrare! come dice sempre mia nonna), che hanno visto la guerra più spaventosa, che hanno visto tutto di questa Italia, miracolo e crisi.

Il mio breve Salone libresco

La seconda volta è sempre meglio della prima.
[segue ennesimo resoconto di un blogger qualunque].
Io e il mondo

giovedì 16 maggio 2013

Verso il Salone del libro 2013...magari!


E' dura in questi giorni leggere ovunque di tutti che andranno al Salone del libro.
Io purtroppo per una serie di motivi dell'ultimo minuto (già previste: per fortuna che non avevo prenotato ancora nulla) potrò andare forse solo lunedì 20 maggio, quando tutti saranno al computer a resocontare, ad aggiornare il blog, a commentare, a gongolare con le valigie colme di libri.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...